Un catalogo
completo e
multispecie, per
le semine
primaverili e
autunnali

Le previsioni per le superfici a grano raccoglibili a livello mondiale quantificano un aumento del 2,5% per un raccolto 2014 particolarmente consistente, anche se la storia dimostra che è più importante quello che accadrà nei prossimi dodici mesi, rispetto a quanto accaduto nei mercati negli scorsi 6 (base per le previsioni)

L’ IGC (International Grains Council) prevede quindi per il 2014 un raccolto di grano a livello globale pari a 224.2Mha, che corrisponde ad un incremento di 5.5Mha o 2,5% in più rispetto al raccolto 2013. Questa previsione,

sembra segnare il terzo anno consecutivo di crescita delle superfici seminate a frumento  a livello globale e l’interesse dei coltivatori è mantenuto alto dalla relativa appetibilità dei prezzi del grano contro le altre colture.

La tendenza al rialzo è evidente nella maggior parte delle regioni del mondo, come in Estremo Oriente (Cina, India e Pakistan) così come nei paesi del CIS, (Comunità degli Stati Indipendenti), una confederazione composta da undici delle repubbliche dell’ex Unione Sovietica. In quest’ultimi, l’aumento è attribuito principalmente a Russia e Kazakistan con un piccolo calo atteso invece in Ucraina a causa del clima umido per le coltivazioni.

Superfici di raccolta record sono stimate in Cina ( 24.3Mha ) ed India ( 31.5Mha ), che attualmente “controlla” un quarto della superficie del frumento raccolto in tutto il mondo. L’India ha beneficiato di abbondanti piogge monsoniche, che hanno portato ad una previsione di crescita del 6% rispetto al 2013 (area raccolta).

Gli agricoltori statunitensi dovrebbero raccogliere 1.1Mha in più rispetto al 2013, toccando i 19.4Mha, nonostante l’ USDA stimi un calo del 3 % della superficie coltivata. La previsione presuppone che i tassi di abbandono torneranno a livelli più bassi, più normali, (superfici non raccolte dopo la semina), situazione favorita da un tempo invernale migliore, nonostante le recenti condizioni di freddo intenso (comunque buona copertura nevosa). Occorre sottolineare però che nel 2013 il frumento americano ha risentito della primavera fredda  e siccitosa del 2012.

Il Canada prevede di raccogliere una minor superficie ( 9.9Mha ) rispetto ai livelli raggiunti nel 2013 (10.4Mha ), ma ancora più se consideriamo due stagioni fa .

L’ Unione Europea ipotizza di aumentare la superficie di raccolta del frumento di 0.4Mha arrivando a 26.1Mha, soprattutto a discapito del mais. Al Regno Unito viene attribuita la maggior crescita in termini di superficie stimando che abbiano raggiunto 1,9 – 2Mha (1.6Mha nel 2013); anche altri paesi europei chiave segnano un potenziale aumento.

Cosa ci dice questo ?

La superficie di raccolta finale a livello mondiale, considerando quattro degli ultimi cinque anni è stata inferiore rispetto alla previsione iniziale. Tali discrepanze dipendono dal fatto che è la seconda parte della stagione a determinare i tassi di abbandono e i livelli di crescita/produzione, oltre alle superfici destinate al grano primaverile

Logicamente le aree in cui si verifica la maggior variabilità tra le previsioni ed i dati definitivi sono Russia ed Argentina, dove la maggioranza della semina avviene più tardi.

Per la Russia , l’IGC presuppone che le semine primaverili salteranno e che le perdite a causa dell’esposizione al freddo saranno comunque nella media. Le semine invernali sono più basse in questa stagione a causa delle umide condizioni nelle regioni centrali, mentre la bassa copertura nevosa nel sud ha lasciato le colture vulnerabili al freddo, anche se il rischio di morte per esposizione alle basse temperature è in diminuzione quando ci si avvicina alla primavera .

In Argentina, le raccolte 2013 sono state appena completate e le semine 2014 non inizieranno fino a maggio quindi la previsione è ad oggi molto incerta .

Source: http://www.hgca.com/

articolo originale: http://www.hgca.com/markets/market-news/2014/february/11/prospects-igc-2014-wheat-harvest-area-estimates.aspx